indietro

Come funziona il motore di ricerca di Google?

Lo utilizziamo tutti i giorni, ma come funziona il motore di ricerca di Google?

 

Innanzitutto è necessario sapere che cos’è un motore di ricerca. In inglese “Search Engine”, un motore di ricerca è un servizio in linea che permette di trovare delle pagine grazie a delle parole chiave via una serie di software che eseguono incessantemente dei “crawl” del web al fine di indicizzare le pagine presenti e aggiornare così il proprio indice prendendo in considerazione l’ultima versione di queste pagine.

 

Il funzionamento di Google si articola in 3 grandi fasi:

 

Raccolta dei dati

I robot di Google (chiamato in modo originale GoogleBot) esegue incessantemente il “crawl” del web alla ricerca di nuove pagine. Ciò significa che i robot visitano le pagine del web e tutti i link che trovano alla ricerca di nuove pagine (sia all’interno del sito medesimo che all’interno di altri siti, nel caso in cui i link rinviino verso altri domini).

In linea generale, i robot sono bramosi di contenuti recenti e nuovi: più ne create, più i robot e quindi Google verranno a eseguire il crawl del vostro sito con maggiore frequenza.

 

Indicizzazione

Dopo aver raccolto i dati, Google si occupa di stoccarli nel suo data center, ma soprattutto procede alla loro organizzazione.

Inizia dunque l’opera di indicizzazione: il motore di ricerca si occupa di studiare nel dettaglio tutte le pagine che ha potuto analizzare (il codice, le immagini, i link, le parole chiave…). Google archivia tutte queste informazioni in due indici diversi.

L’indice principale: si tratta dell’indice nel quale Google inserisce tutti i dati raccolti durante il crawl.

L’indice invertito: questo indice contiene tutte le parole chiave potenziali che possono essere associate alle url presenti nel web.

Questo indice permette a Google di conoscere il numero di volte in cui una parole chiave appare su una pagina, rispetto ad altre pagine; ciò avrà un impatto sulla posizione di una pagina nei risultati di ricerca nel momento in cui un utente lancerà una ricerca su una determinata parola o espressione. Ma attenzione, non pensate che basti inserire una parole chiave in una pagina per ben posizionarla: un centinaio di altri criteri sono presi in esame da Google ed è importante sapere che l’”imbottitura di parole chiave” (keyword stuffing) è ormai penalizzata dal gigante americano.

 

Trattamento delle richieste e ranking

 

>Dopo aver raccolto e indicizzato i dati dei siti, Google cerca di proporre agli utenti delle pagine che gli sembrino più pertinenti possibile, rispetto alle richieste fatte da questi.

Per tale ragione Google classifica i dati (quindi le pagine) secondo decine e decine di criteri che possiamo raggruppare nelle categorie seguenti.

Pertinenza: riguarda le parole chiave presenti sulla pagina, la loro densità, la loro posizione, il peso di queste parole chiave nella base dati, la pertinenza tra la ricerca degli utilizzatori e le parole chiave presenti sulla pagina…
Popolarità: corrispondono al netlinking, cioè il numero nonché la qualità dei backlink che puntano verso il vostro sito. Ricordiamo, un backlink è un link su un sito che punta verso il vostro sito. In sintesi, la vostra popolarità sarà definita dal numero di persone che parlano del vostro sito e dal modo in cui ne parlano.

Audience: corrisponde alla qualità del traffico che arriva sul vostro sito; anche il comportamento degli utenti sul vostro sito è preso in esame. Più questi rimangono sul vostro sito, cliccano sulle pagine, ritornano, più Google considera il vostro sito come pertinente e favorisce il suo posizionamento.

 

Naturalmente, Let’s Clic vi accompagna nella vostra strategia SEO al fine di ottimizzare il vostro posizionamento sul motore di ricerca di Google.

Quest'articolo ti é piaciuto? Condividi :

Le buone pratiche SEO per le PMI

Le PMI sono soggette ad effettuare degli investimenti meno importanti rispetto alle grandi imprese per acquisire visibilità e traffico. Diverse…

5 preconcetti sulla SEO

Oggigiorno, gli specialisti in posizionamento online sono costantemente confrontati a molteplici rischi, come: essere penalizzati da Google a causa del…

Ricerca vocale google: qual’é l’impatto sulla SEO?

Le interfacce vocali stanno cambiando in modo radicale le abitudini degli utenti. I consumatori effettuano sempre di più le loro…