indietro

Errori 404: da cosa sono provocati e qual è il loro impatto sulla SEO

Navigando sul web, ti ci sei sicuramente imbattuto: l’errore 404 è un codice errore che indica semplicemente che la pagine web richiesta non è stata trovata.

L’errore 404, che cos’è?

In altre parole, significa che l’url non porta da nessuna parte; per questa ragione il server ti presenta un errore 404 che ti informa che la pagina ricercata non esiste (o non esiste più).

Identificare i propri errori 404

Globalmente, esistono due tipi di errore 404.

 

Quelli presenti nell’indice Google:

Hai ad esempio cancellato una scheda prodotto dal tuo sito, per cui per te questa url non esiste più, di conseguenza un utente di internet non potrà accedervi attraverso la navigazione (e quindi si imbatterà in un errore 404).

Tuttavia, la pagina è ben indicizzata su Google e il motore ricerca, non sapendo che hai cancellato questa url, la proporrà agli utenti per i quali apparirà un errore 404.

Puoi accedere alla lista delle url che presentano un errore 404 attraverso la Google Search Console.

 

I broken link:

Un altro tipo di errore 404 è il “link rotto”, cioè un link che non porta verso nessuna url

Ad esempio, all’interno di un articolo (un testo che presenta un nuovo prodotto che stai mettendo in vendita) che hai pubblicato sul tuo sito, desideri inserire un link verso questo prodotto.

Può capitare che inserendo il collegamento ipertestuale tu commetta un errore, di conseguenza l’utente che cliccherà sopra al collegamento non sarà reinviato verso una url che non esiste e dunque si troverà di fronte a un errore 404.

Per individuare i diversi broken link presenti sul tuo sito, ti consigliamo di utilizzare uno strumento per il crawl, come ad esempio Screaming Frog, per ottenere un rapporto di tutti i link rotti (e quindi degli errori 404).

Da dove provengono gli errori 404

A seconda del sito, della sua tecnologia e del suo funzionamento, gli errori 404 possono avere numerose origini.

Tuttavia, è possibile individuare due grandi cause all’origine degli errori 404:

 

La migrazione / il rinnovo di un sito internet  

La migrazione di un sito verso un nuovo dominio o il rinnovo di un sito (con la modifica della struttura delle url) possono provocare un numero molto importante di errori 404, se il passaggio non è stato ben preparato in anticipo.

In effetti, è molto importante elencare e reindirizzare tutte le pagine del vecchio sito verso quello nuovo, ciò attraverso delle redirezioni 301 al fine di evitare la creazione di errori 404 sul tuo sito.

La gestione quotidiana di un sito

Come già sottolineato, certe azioni quotidiane svolte su un sito possono potenzialmente creare degli errori 404, come ad esempio  la riscrittura di una url (perché si desidera renderla più facilmente leggibile). Se modifichi l’url, è sempre necessario assicurarsi che la vecchia sia ben reindirizzata verso quella nuova, altrimenti si creerà un errore 404.

Errore 404: quale impatto sul tuo sito?

Sfortunatamente, gli errori 404 hanno un impatto negativo sul tuo sito.

Per la SEO

Un errore 404 avrà un impatto negativo sulla tua SEO per diverse ragioni. Ad esempio, se hai dei backlink su una URL diventata 404, la forza di cui godevi grazie a questo backlink andrà persa. Inoltre, gli errori 404 rallentano il crawl del sito eseguito dai robot di Google, che passeranno più tempo su delle pagine inesistenti del tuo sito, mentre avrebbero potuto indicizzare delle altre pagine, più pertinenti. Gli errori 404 hanno anche un effetto sul comportamento dei tuoi utenti, come ad esempio quella di aumentare la frequenza di rimbalzo (bounce rate). Sappiamo infatti che la frequenza di rimbalzo e il posizionamento sono correlate: un bounce rate che aumenta a causa di errori 404 avrà un effetto negativo sul posizionamento di un sito.

 

Per gli utilizzatori

Possiamo facilmente capire la frustrazione di un utilizzatore che naviga su un sito e che si ritrova di fronte a diversi errori 404. Non c’è da stupirsi se non ritornerà su questo sito.

 

Da Let’s Clic, agenzia web marketing specializzata in strategie SEO, ti accompagniamo nella tua strategia di rinnovo del tuo sito, di migrazione di contenuti o semplicemente nella gestione quotidiana del tuo sito internet al fine di evitare la creazione di errori 404 e, così, di migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca.

Quest'articolo ti é piaciuto? Condividi :

Ricerca vocale google: qual’é l’impatto sulla SEO?

Le interfacce vocali stanno cambiando in modo radicale le abitudini degli utenti. I consumatori effettuano sempre di più le loro…

Come funziona il motore di ricerca di Google?

Lo utilizziamo tutti i giorni, ma come funziona il motore di ricerca di Google?   Innanzitutto è necessario sapere che…

Errori 404: da cosa sono provocati e qual è il loro impatto sulla SEO

Navigando sul web, ti ci sei sicuramente imbattuto: l’errore 404 è un codice errore che indica semplicemente che la pagine…